sabato 25 ottobre 2008

Disinformazione di massa


Ieri in casa, giracchiando i vari canali mi imbatto in una piccola tv regionale.
Odeon Tv. Penso copra la toscana e le regioni limitrofe, ha un buon seguito nel locale.
Mi soffermo perché vedo uno studio ben allestito, un tema importante; parlavano delle occupazioni in seguito al DL Gelmini. Presenti c'erano la giornalista, bonazza nello sgabello ma sobria e 2 politici (o qualcosa di simile) in perfetta par condicio; uno di dx e uno di sx.

Non so perché sono rimasto, pur sapendo le cazzate che avrebbeo detto, ma aimè l'animo masochista ha sopraffatto la razionalità e sono rimasto lì, immobile, orecchie aperte per sentire le bofonchiate dei 2. Naturalmente uno parlava a favore del DL Gelmini (quello di dx) e l'altro, con parole diverse, pure (sx).
Era bellissimo ascoltarli...


Per tutto il tempo, questi signori, non hanno minimamente menzionato cosa non va nel DL, ma si sono limitati a constatare che questo preludio di rivolta ricorda tanto il '68. Da qui è nata una lunga dissertazione sul comunismo in Italia, sul perché non attecchisce più nella gente e che quindi è costretto a prendere queste occasioni per racimolare militanti e andare ad occupare indebitamente i luoghi pubblici. Sì avete capito bene; secondo questi signori non era il DL a far scatenare le proteste, bensì era solo una scusa che serviva alle sinistre per fare casino in piazza, in quanto non aveva più voce altrove. Assurdo!!!


Il top lo si raggiunge ora -----> Per non farci mancare nulla avevano allestito anche un sondaggio, per vedere se la gente appoggiava o no la protesta studentesca. Non ci crederete ma l'88% dava pienamente ragione a chi criticava quei ragazzi.
No ma dai!!!
Com'è possibile???
L'88% è tantissimo...

Successivamente ho capito perché ne è scaturito un responso così netto. L'ho capito quando ho visto la domanda, che più o meno diceva:
"Secondo voi è giusto che uno studente che voglia entrare in facoltà per studiare sia impossibilitato forzatamente?".
Cazzo no che non è giusto!!!

Se vi arriva un giornalista, o presunto tale, a farvi una domanda così a bruciapelo... voi che rispondereste???
No che non è giusto!
Anzi mi domando chi siano quelli del 12%... suppongo dei dittatori.

Bene questo straordinario sondaggio ha dato il là per altre magnifiche dissertazioni sulla protesta, su quanto la gente avesse capito la bontà di tale decreto e di quanto non ne potesse più di questi rompi palle occupa scuole.

Se non fosse che la tv è mia, mi sarebbe piaciuto tirarci un mattone con la speranza di colpire uno dei 2. Ma visto che il danno sarebbe stato solo mio... ho desistito.


Questa è solo una piccola tv regionale, che ha cmq un buon seguito, ma purtroppo di questa informazione è piena anche la tv "grande", quella nazionale, che dovrebbe essere sopra le parti e monitorare adeguatamente l'operato dei nostro politici. Pura utopia lo so...


La prossima volta, forse, parlerò di quella bellissima trasmissione che fanno su Italia 1 all'ora di pranzo. Si chiama
Secondo Voi e tratta tutte le tematiche politiche e sociali del momento. Praticamente mandano dei pirla in giro perl'Italia; rigorosamente uno al nord, uno al centro e uno al sud ad intervistare la gente sui fatti che trattano quel giorno. Tutti fatti che stanno a cuore al governo dove naturalmente su 30 intervistati, casualmente, 29 danno sempre ragione alle manovre della maggioranza di governo e 1, in genere bruttino e con la faccia da tonto, che è contrario. Il tutto finisce con la chiosa del giornalista (giornalista???) che soddisfatto fa vedere quanto la gente sia contenta in Italia per le opere di questo magnifico governo.

Ci sentiamo lunedi e mi raccomando; quando accendete la tv fate sempre una tara su ciò che dicono e soprattutto entrate in rete e confrontate le notizie... c'è sempre da ridere, ve lo assicuro:-)


Ora vi lascio con un bellissimo video trovato su YouTube.

Saluti




P.S.- Andate a vedere anche questo articolo, fatto da un blog amico. E' molto interessante; cercate -----> le piccole inchieste della tv berlusconiana.
Posta un commento