mercoledì 28 gennaio 2009

Intercettazioni a tempo


Stop alle intercettazioni,
è cocciuto Berlusconi
che non vuol qualcuno dica
che protegge qualche amica,

che il suo nom in qualche ascolto
in affari sia coinvolto
che non sembrino puliti,
che qualcuno, ahimé, lo additi

come tipo non ammodo.
Ed infatti il turpe lodo
dalla cella lo protegge,
lo fa uon fuor dalla legge,

ma il rispetto è un’altra cosa
e il figliol di mamma Rosa
al rispetto tiene assai.
“Intercettazioni mai

se non per gravi reati
con dieci anni sanzionati!”
Par che il Cavaliere aborra
mafia, ‘ndrangheta, camorra,

ma assai men la corruzione
per la qual chiede eccezione
ed il suo poter dispiega.
Ma nemmeno An e Lega

che gli fan sempre da palo
gli concedono il regalo,
anzi aggiungono reati
con men anni sanzionati.

Nel vedere la sua lista
contestata lo statista
meneghin cambia obiettivo:
“L’intercettator sia attivo

per un tempo limitato,
lungo s’è grave il reato,
mentre se il reato è lieve
l’intercettazion sia breve.”

Se intercettano lui stesso
tempo massimo concesso
di secondi ventisette
se descrive culi e tette

di ministre e deputate
o se parla di ammucchiate,
un minuto e tre secondi
s’è al telefono con Bondi,

sei secondi con Marcello,
il suo siculo fratello,
mentre se c’è il Cesarone
drastica la riduzione,

tre secondi non di più:
“Pronto, Cesare, sei tu?”
E lo stop giunge immediato,
il rispetto è assicurato.

Non capisce la macchietta
che la sola barzelletta
sugli ebrei di giorni fa
lo fa per l’eternità

tipo indegno di rispetto.
E saper deve il ducetto
che vuol fare lo statista
che il rispetto non si acquista.


By Carlo Cornaglia

24 commenti:

Blogger ha detto...

La poesia è verità, aveva ragione la nonna (la mia).
Blogger

Andrew ha detto...

:)

Pupottina ha detto...

buon mercoledì

^____________________^

p.s. se resta un 10% anche per Pupottina... che in questo periodo è al verde....

Bruno ha detto...

il problema delle intercettazione è per chi deve nascondere qualche cosa...... se intercettano le mie telefonate o sms ....problemi NON ce ne sono......
mi domando come sia possibile stare a discutere di una cosa del genere. Inoltre le intercettazioni possono salvagurdare anche chi è stato indicato come colpevole e invece non lo è.....

Ilaria ha detto...

Cornaglia mi è troppo simpatico!

Per il resto concordo con Bruno!
Ciao Emiliiano, questa volta sei riuscito a farmi sorridere... anche se amaramente!

ღ Sara ღ ha detto...

un bacino e buona giornata!!

duhangst ha detto...

E poi lamentiamoci se in Italia la giustizia non fuziona..

Stella ha detto...

Oggi purtroppo non posso essere a Roma in piazza a manifestare per la giustizia, comunque ci sono con il pensiero.

Anche le intercettazioni sono state messe in poesia ^_____^

Veneris ha detto...

E' proprio una bella poesia, dovrebbe farmi sorridere ma non ci riesco. Io ancora non sono assuefatto dalle malefatte del nano a danno di tutti noi.

Vane ha detto...

bellissima poesia^^..

ehi è bello torvare quetse cose qui ihih... un bacionee e felice mercoledì^^
lo so che ate piace il mio blog.. grazie.. anche a me piace molto il tuo ^_^

sommobuta ha detto...

Ahahahah! Grandissima Poesia! L'avevo letta pure su MicroMega, se non sbaglio!

Come ha scritto Bruno, chi ha paura delle intercettazioni è solo chi ha per forza qualche magagna da nascondere... :P

Il nostro beneamato Presidente del Consiglio qualche tempo fa ha detto che se escono fuori certe telefonate, lui è rovinato e deve ripiegare all'estero...
Beh...Speriamo che queste telefonate si trovino al più presto!! ^__^

Kylie ha detto...

Bravissimo!!!

Ti invio un abbraccio forte forte

progvolution ha detto...

Democrazia non è dipingersi un modello di giustizia addosso, ha senso ripeterlo?
Sussurri obliqui

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Davvero divertente leggerla. Ironia e verità ben miscelate tra loro :-)))

Desy ha detto...

Se non avessero niente da nascondere non avrebbero problemi!! Ciao e buona serata!

fabiopensiero ha detto...

Veramente notevole questo pezzo!pare abbiano trovato una via di mezzo, ma penso che usare un cavallo di battaglia come la privacy quando questa verrebbe "violata" per lo 0,01% della popolazione sia un'offesa all'intelligenza di tutti, pare che a loro non interessi molto e spesso hanno comunque ragione

confinidiversi ha detto...

Concetto che non fa una piega, pero', se posso permettermi, torna a fare un po' di autoproduzione, sembra un appendice di voglioscendere-beppegrillo-dipietro.it
Tanto la gente, qui, la pensa tutta alla stessa maniera, no?

Adriano Smaldone ha detto...

lascia sul mio blog anke tu se vuoi una anke una parola soltanto per omaggiare il grande Mino Reitano scomparso stanotte

Susanna ha detto...

E nessuno ci salverà, perché la cosiddetta sinistra è d'accordo con Berlusconi...
Non ce li leveremo di torno per un bel pezzo, temo...
gatta susanna

Ale ha detto...

che simpatico! :)

abbiamo proprio giocato da schifo stasera eh..mamma mia.. -_-

Sabatino Di Giuliano ha detto...

Siamo sicuri che non ci intercettino questi scambi?
Se la tecnologia c'e' e lo permette, percheè non usare, come dice Bruno, questo strumento per scovare i delinquenti?

Sirio ha detto...

geniale

3my78 ha detto...

Guarda fabio il concetto sulla privacy non regge per il semplice fatto che ci sono già leggi che la tutelano. E poi come hai detto tu è un'offesa per l'intelligenza umana, visti i piccoli margini che tocca.

Emi ha detto...

povera mamma Rosa...anche lei presa dentro a queste rime:)
me l'ero quasi dimenticata la cara mamma Rosa