lunedì 3 novembre 2008

Alitalia, prestito ponte, sprechi e casta


Il video che feci quasi 2 mesetti fa è sempre attuale, me ne compiaccio. Niente cambiò. In compenso vogliono farci pagare anche il prestito ponte che il misero governo Prodi fece al nascende governo Berlusconi. Quello di 300 mln di € per traghettare Alitalia all'effimera "salvezza".

Da Bruxelles arriva la notizia che il prestito fatto fu illegittimo e quindi va restituito. Questa è la posizione della direzione generale dei Trasporti e dell'Energia della Commissione europea . Naturalmente Tajani ha già fatto sapere che non sarà la Cai (good company) a dover pagare questa cifra (ci mancherebbe!!!) ma bensì la bad company (cioè noi!!!) in quanto c'è discontinuità fra la vecchia Alitalia e la nuova.... (mi viene da ridere!). Si è unito al coro anche Matteoli ribadendo che il prestito ponte sarà accollato al bad company... tutto questo per la gioia di Colaninno che ha preso questa notizia con il sorriso.

Ogni tanto è bene rinfrescare la memoria, specie quando fanno queste porcate e/o tagliano le risorse alla scuola perché: "da qualche parte dovremo prenderli i soldi no?".

Io saprei dove cercarli... guarda sotto:


DEPUTATI

Indennità parlamentare


L'indennità, prevista dalla Costituzione all'art. 69, è determinata in base alla legge n. 1261 del 31 ottobre 1965. È fissata in misura non superiore al trattamento complessivo massimo annuo lordo dei magistrati con funzioni di presidente di Sezione della Corte di Cassazione ed equiparate.

L’indennità è corrisposta per 12 mensilità. L'importo mensile è pari a 5.941,91 euro, al netto delle ritenute previdenziali (€ 833,10) e assistenziali (€ 559,54) della quota contributiva per l’assegno vitalizio (€ 1.069,35) e della ritenuta fiscale (€ 4.030,42).


Diaria


Viene riconosciuta, a titolo di rimborso delle spese di soggiorno a Roma, sulla base della stessa legge n. 1261 del 1965.

La diaria ammonta a 4.003,11 euro mensili. Tale somma viene ridotta di 206,58 euro per ogni giorno di assenza del deputato da quelle sedute dell'Assemblea in cui si svolgono votazioni, che avvengono con il procedimento elettronico.

È considerato presente il deputato che partecipa almeno al 30 per cento delle votazioni effettuate nell'arco della giornata.


Rimborso per spese inerenti al rapporto tra eletto ed elettori


A titolo di rimborso forfetario per le spese inerenti al rapporto tra eletto ed elettori, al deputato è attribuita una somma mensile di 4.190 euro, che viene erogata tramite il gruppo parlamentare di appartenenza.

Ai deputati non è riconosciuto alcun rimborso per le spese postali a decorrere dal 1990.


Spese di trasporto e spese di viaggio


I deputati usufruiscono di tessere per la libera circolazione autostradale, ferroviaria, marittima ed aerea per i trasferimenti sul territorio nazionale.

Per i trasferimenti dal luogo di residenza all'aeroporto più vicino e tra l'aeroporto di Roma-Fiumicino e Montecitorio, è previsto un rimborso spese trimestrale pari a 3.323,70 euro, per il deputato che deve percorrere fino a 100 km per raggiungere l'aeroporto più vicino al luogo di residenza, ed a 3.995,10 euro se la distanza da percorrere è superiore a 100 km.

I deputati, qualora si rechino all’estero per ragioni di studio o connesse all’attività parlamentare, possono richiedere un rimborso per le spese sostenute entro un limite massimo annuo di 3.100,00 euro.


Spese telefoniche


I deputati dispongono di una somma annua di 3.098,74 euro per le spese telefoniche. La Camera non fornisce ai deputati telefoni cellulari.


Assistenza sanitaria


Il deputato versa mensilmente, in un apposito fondo, una quota del 4,5 per cento della propria indennità lorda, pari a 559,54 euro, destinata al sistema di assistenza sanitaria integrativa che eroga rimborsi secondo quanto previsto da un tariffario.


Assegno di fine mandato


Il deputato versa mensilmente, in un apposito fondo, una quota del 6,7 per cento della propria indennità lorda, pari a 833,10 euro. Al termine del mandato parlamentare, il deputato riceve l'assegno di fine mandato, che è pari all'80 per cento dell'importo mensile lordo dell'indennità, per ogni anno di mandato effettivo (o frazione non inferiore ai sei mesi).


Assegno vitalizio


Anche in questo caso, il deputato versa mensilmente una quota - l'8,6 per cento, pari a 1.069,35 euro - della propria indennità lorda, che viene accantonata per il pagamento degli assegni vitalizi, come previsto da un apposito Regolamento approvato dall'Ufficio di Presidenza il 30 luglio 1997.

In base alle norme contenute in tale Regolamento, il deputato riceve il vitalizio a partire dal 65° anno di età. Il limite di età diminuisce fino al 60° anno di età in relazione agli anni di mandato parlamentare svolti.

Lo stesso Regolamento prevede la sospensione del pagamento del vitalizio qualora il deputato sia rieletto al Parlamento nazionale ovvero sia eletto al Parlamento europeo o ad un Consiglio regionale.

L'importo dell'assegno varia da un minimo del 25 per cento a un massimo dell'80 per cento dell'indennità parlamentare, a seconda degli anni di mandato parlamentare.



SENATORI


Indennità parlamentare

L'indennità, prevista dalla Costituzione all'art. 69, è determinata, in base alla legge n. 1261 del 31 ottobre 1965, in misura non superiore al trattamento complessivo massimo annuo lordo dei magistrati con funzioni di presidente di Sezione della Corte di Cassazione ed equiparate. Con delibera del 1993 il Consiglio di presidenza del Senato ha stabilito che tale misura fosse ridotta al 96% del predetto trattamento dei magistrati.

L'indennità è corrisposta per 12 mensilità. L'importo mensile è pari a 5.941,91 euro, al netto delle ritenute previdenziali (€ 833,10) e assistenziali (€ 559,54) della quota contributiva per l'assegno vitalizio (€ 1.069,35) e della ritenuta fiscale (€ 4.030,42)

Diaria

Viene riconosciuta, a titolo di rimborso delle spese di soggiorno a Roma, sulla base della stessa legge n. 1261 del 1965.

La diaria ammonta a 4.003,11 euro mensili. Tale somma viene ridotta di 258,23 euro per ogni giorno di assenza del Senatore dalle sedute dell'Assemblea in cui si svolgono votazioni qualificate e verifiche del numero legale.

È considerato presente il Senatore che partecipa almeno al 30 per cento delle votazioni effettuate nell'arco della giornata.

Rimborso per spese inerenti i supporti per lo svolgimento del mandato parlamentare

A titolo di rimborso forfettario per le spese sostenute per retribuire i propri collaboratori e per quelle necessarie a svolgere, anche nel collegio elettorale, il mandato parlamentare, al Senatore è attribuita una somma mensile di 4.678,36 euro, in parte (35% pari a 1.637,43 euro) erogata direttamente al Senatore medesimo ed in parte (65% pari a 3.040,93 euro) erogata al Gruppo parlamentare di appartenenza. Ai Senatori non è riconosciuto alcun rimborso per le spese postali.

Spese di trasporto e spese di viaggio

I Senatori usufruiscono di tessere per la libera circolazione autostradale, ferroviaria, marittima ed aerea per i trasferimenti sul territorio nazionale.

Per i trasferimenti dal luogo di residenza a Roma, è previsto un rimborso spese annuo pari a 13.293,60 euro, per il Senatore che deve percorrere fino a 100 km per raggiungere l'aeroporto o la stazione ferroviaria più vicina al luogo di residenza, ed a 15.979,18 euro se la distanza da percorrere è superiore a 100 km. Per i Senatori residenti a Roma ed eletti in collegi del Comune di Roma, il rimborso è corrisposto nella misura di 6.646,80 euro.

Ad ogni Senatore è corrisposta, a titolo di rimborso, una somma forfettaria annua di 3.100 euro, a fronte delle spese sostenute per viaggi internazionali di aggiornamento.

Spese telefoniche

I Senatori dispongono di una somma annua di 4.150 euro per le spese telefoniche.

Assistenza sanitaria integrativa

E' previsto il rimborso delle spese sanitarie ai Senatori (anche cessati dal mandato ovvero ai titolari di trattamento di reversibilità, nonché ai rispettivi familiari) iscritti al servizio di Assistenza Sanitaria Integrativa nei limiti dell'apposito Regolamento, approvato dal Consiglio di Presidenza. Gli iscritti versano un contributo commisurato alle competenze mensili lorde (4,5% per i Senatori in carica; 4,7% gli altri) e quote aggiuntive per i familiari.

Assegno di solidarietà (a fine mandato)

Il Senatore versa mensilmente, ad un apposito Fondo, una quota pari al 6,7 per cento della propria indennità lorda, pari ora a 833,10 euro. Al termine del mandato parlamentare, il Senatore riceve l'assegno di solidarietà (anche denominato "di fine mandato"), che è pari all'80 per cento dell'importo mensile lordo dell'indennità, per ogni anno di mandato effettivo (o frazione non inferiore ai sei mesi).

Assegno vitalizio

Anche in questo caso, il Senatore versa mensilmente una quota - l'8,6 per cento, pari ora a 1.069,35 euro, più il 2,15 per cento, come quota aggiuntiva per la reversibilità, pari a 267,34 euro - della propria indennità lorda, che viene accantonata per il pagamento degli assegni vitalizi, come previsto da un apposito Regolamento approvato dal Consiglio di Presidenza.

In base alle norme contenute in tale Regolamento, il Senatore riceve il vitalizio a partire dal 65° anno di età. Il limite di età è ridotto al 60° anno ove siano state svolte più legislature.

Lo stesso Regolamento prevede la sospensione del pagamento del vitalizio qualora il Senatore sia rieletto al Parlamento nazionale ovvero sia eletto al Parlamento europeo o ad un Consiglio regionale.

L'importo dell'assegno vitalizio varia da un minimo del 25 per cento ad un massimo dell'80 per cento dell'indennità parlamentare, a seconda degli anni di mandato parlamentare.


Per non dimenticare...

Saluti

25 commenti:

Bruno ha detto...

sei troppo un grande.... basta darti un La (mi riferisco al ns ultimo post e tuo ultimo commento da noi)...cmq ho finito adesso di leggere (sono le 00.20 del 3 novembre) e in cielo un lampo ha reso giorno e un tuono ha avuto una durata di circa 20 secondi...mai sentito una cosa cosi....ci sara' mica un nesso????
CRIBBBBBBIIIOOOOOOOO....!!!!!!

Blogger ha detto...

Io ho una visione tutta mia su questo punto.
Date loro 40 mila euro come fossero dirigenti di una multinazionale.
Chi può essere assunto però?
Uno che in una multinazionale guadagnerebbe 40 mila euro: stronzo, magari, ma sicuramente capace e impegnato 24 ore al giorno.

3my grazie, dai sempre molte informazioni.
A presto
Blogger

Lliri blanc ha detto...

Gràcies per les informacions!
come faccio ora ad augurarti buona giornata? Ciao.:-)

indiano ha detto...

Ciao

molto interessante questo post e questo blog in generale, come ho piacere sempre a sottolineare quando raramente vengo a trovarti (per mancanza principalmente di tempo) facendo la considerazione che blog d'Informazione dovrebbero essere maggiormente sviluppati e tra loro legati perchè credo che anche da questi strumenti possa rigenerarsi quell'orgoglio giovanile che non ci faccia vivere in silenzio e nella peggiore omertà la nostra età..

saluti

indiano

Ilaria ha detto...

Porca paletta: adesso sì che il mio umore va alle stelle! come comincia meravigliosamente la settimana!

Grazie, come sempre inoltrerò anche a chi non ha il pc!
Ciaoooooo!

Pupottina ha detto...

a chi tanto ed a chi niente!

Buon inizio settimana!

Stella ha detto...

Hai ragione considerando come lavorano dovrebbero guadagnare molto meno!
è vero a chi tanto ed a chi niente!

P.s. non hai scritto quale delle due ricette preferisci :)

Buon inizio settimana

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Perfetto! A queste somme aggiungerei i circa 134.000 euro alla settimana che costa mantenere in vita il volo "Roma- Albenga e Albenga.-Roma" per il Ministro Scajola....

Guarda quanti soldi si sarebbero già recuperati con i tuoi suggerimenti e con questo mio piccolo e modesto contributo....

3my78 ha detto...

:@Bruno
Volevo farci un video, diciamo l'appendice II a quello già fatto, ma ho visto che i dati sono sempre di allora, 2005, con qualche aggiuntina verso l'alto...
Grazie per i complimento, graditissimi:-)

:@Blogger
Ma io gli lascerei anche quelli se facessero funzionare l'Italia come un paese VERO. Abbiamo un potenziale culturale, artistico, terziario e industriale di primo ordine... e annaspiamo, per colpa loro.
Grazie a nche a te:-)

:@lliri
Auguramela ugualmente, da te è sempre be gradita:-)
Mi sono ripreso (un po') per la Ferrari... :-O

:@Indiano
Il tuo intervento mi lascia molto soddisfatto. Per 2 cose: uno per il giudizio che hai del blog, graditissimo e poi per avermi chiamato giovane:-D
Hai ragione, questo è un grande strumento e dà molt possibilità a noi tutti.
Passa quando vuoi, sei il benvenuto:-)

:@Ilaria
E no dai, la settimana deve iniziare bene a prescindere:-) Altrimento il lunedi posterò la postilla del buon umore:-P

:@Pupottina
Chi tanto e chi tutto... come loro.
Buona settimana a Te:-)

:@Stella
Considerando come lavorano dovrebbero pagarci loro a noi!
Ora provvedo a rispondere alla ricetta che preferisco...
Buona settimana:-)

:@Daniele
E aggiungo. Questa è solo la punta dell'iceberg... perché in alcuni settori ci sono sprechi miliardari. Per esempio quello sulle intercettazioni, che dicono che costano troppo. E' una balla... non costano troppo neanche se lasciate così (225 mln di € all'anno) ma potrebbero benissimo intercettare a costo 0... e questo è solo uno dei tampi esempi.
Buona settimana:-)

Sirio ha detto...

Ieri sera a Report facevano vedere le centrali nucleari dismesse in Italia.
Dismesse per dire perchè a controllarle ci sono fior fiori di ingegneri e tecnici che non fanno nulla dalla mattina alla sera e intanto queste hanno falle pericolose per l'ambiente e cittadini come quella di Latina.

Ery10 ha detto...

Ciao... Dai commenti che lasci sul blog dei "Roccaforte" mi sembra di capire che sei della Juve... Passa dal mio blog allora, è in costruzione ma qualche notizia c'è già... :) Ciau, buona giornata!!!

Maya ha detto...

Bè' mi sento una pezzente con queste cifre!!!!
P.s. Ma loro dici che non si vergognano neanche un pochino???!!!!
Buona settimana

Bastian Cuntrari ha detto...

Questa storia di essere "Cattiva Compagnia", proprio non mi va giù, cazzo!
A saperlo, ne avrei fatte più di Carlo in Francia, ai miei tempi, porca vacca!

Maraptica ha detto...

Suppongo non siano in vista riforme sul guadagno netto dei "signori"... Su questo, maggioranza ed opposizione saranno "d'accordissimo"...
Buon inizio sett 3my

3my78 ha detto...

:@Sirio
Manco quasi sempre Report... mannaggia a me!!!

:@ery10
Molto Juventino:-D Ti ho commentata e aggiunta alla mia blog friends, grandissima:-D

:@Maya
Per niente niente, anzi si sentono legittimatissimi a prenderli perché loro lavorano per noi. (Per noi ahahaha)

:@Bastian
Non ho capito:-D

:@Maraptica
Certo che sono daccordissimo... tanto che daccordissimo se lo sono pure aumentato... alla faccia nostra!!!
Ciao Mara (ti chiama così?) :-)

Peppe ha detto...

Che vergogna, penso alla canzone di Fabri Fibra, mal di stomaco.

giovanna ha detto...

Infatti... argghhh!
Vergogna vergogna vergogna!
bene 3my: per non dimenticare!
ciao Emy! :-)
Ps. bravo per i banner sotto...

TIZIANO TESCARO communicator,Vicenza ha detto...

Ciao Emiliano, ehh vedrai che li faranno saltare fuori questi soldi, ovviamente dalle ns tasche....

Anonimo ha detto...

Eh si, adesso ci mancava un ulteriore regalino alla CAI.

Bruno ha detto...

non c'entra nulla col post...stavo sbirciando il blog e c'è un errore.... abbi pazienza io lo dico poi fai come vuoi..... nei LINK UTILI c'è un collegamento alla juventus, non è utile..........
grazie e scusami ......
buona serata :-D

Maraptica ha detto...

...Insomma Maraptica proprio non vi va giù eh?! Se proprio vuoi chiamarmi in un altro modo va bene Sarah!!! ;)

Anonimo ha detto...

Guarda non mi parlare delle indennità e dei vitalizi dei parlamentari. Io ho letto La Casta e mi sono reso conto di quanti sprechi ci sono!
Povera Italia...
Se solo prendessero tutti almeno mille euro in meno (solo mille euro, che per loro non son nulle) si risolverebbero molte cose.

Per quanto concerne il mio post posso solo dirti che io punto a fare queste descrizioni sulla "ruralità" del molise. Il mio scopo è far conoscere al mondo quale realtà mi circonda...

Anonimo ha detto...

siamo messi proprio male...

Paola ha detto...

Bel post, complimenti!
Peccato che da anni i nostri governanti sono sempre gli stessi: pensano ad arricchirsi con i nostri sudati soldi per non far nulla e essere anche ignoranti (lo sono la maggiorparte e indendo ignorati proprio con il senso che hanno aperto forse 10 libri in vita loro!!!).

3my78 ha detto...

Devo assolutamente rispondere a Bruno! Hai ragione non è utile... è MOLTO utile! :-D

Grazie a tutti/e