giovedì 11 settembre 2008

In memoria di Oriana Fallaci (ricordando l'11 settembre)



Voglio postare un piccolo articolo in memoria di una persona che ho apprezzato (e apprezzo) tanto,tantissimo:Oriana Fallaci.
Purtroppo ho imparto a conoscerla tardi,nel 2003,quando era alla fine del suo cammino,quando "l'Alieno" stava ormai vincendo la sua guerra...

Poco è bastato perché me ne innamorassi,perché iniziassi a stimarla come non è mai successo con nessun'altro personaggio pubblico.
Così iniziò la mia ricerca sulla vita di Oriana;dalla sua nascita fino alla fine dei suoi giorni.Naturalmente passando dalla lettura dei suoi testi,che ho sempre divorato in pochissimo tempo.Specie gli ultimi,che ho sentito più vicini a me.

E' stato un personaggio netto,con idee decise,con un carattere molto forte e una personalità incredibile...o la si amava o la si odiava.Io naturalmente la amavo ma capisco che non tutti possono avere questo sentimento,ognuno ha il suo.In questo articolo non cerco un confronto,voglio fare solo un piccolo omaggio a una persona che per me è stata importante.Quindi eventuali "polemici" non è questo il luogo per discussioni ideologiche.Grazie.

"Vi sono momenti,nella Vita,in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo. Un
dovere civile, una sfida morale, un imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre."


http://www.iostoconoriana.it/site/news.php


In conclusione vorrei rivolgere un pensiero a tutte le vittime dell' 11 Settembre...con la speranza che un'atrocità così non accada mai più!

15 commenti:

Andrew ha detto...

grande la fallaci!
un pensiero a tutte le vittime dell 11 settembre

digito ergo sum ha detto...

con tutto il rispetto per la donna, che ricordo ma solo in quanto tale e come essere vivente passato nel mondo dei più, non sono mai stato d'accordo con quello che ha scritto.

un ricordo per i 3000 americani morti in nome di tutti i compatrioti che hanno votato bush

Cainos ha detto...

Nel bene o nel male nell' odio o nel' amore Oriana Fallaci rimane un' altro dei grandi personaggi presenti in Italia che se ne sono andati e che difficilmente potremo riottenere.
Personaggi con il potere di colpire l' opinione pubblica e la classe politica, come poteva essere Biagi, o Montanelli.

Un saluto a tutti loro.

Michele Giordano ha detto...

Di Oriana è incredibilmente attuale il suo coraggio, la sua intelligenza ma anche la sua bellissima timidezza.
Nessuno scrive parole di fuoco se non nasconde un velo di timidezza.
Oriana,per te e grazie.

Anonimo ha detto...

Non ero d'accordo con la stragrande maggioranza delle sue idee, ma per non essere bigotto ho letto i suoi libri, era veramente una grande scrittrice, acuta, coraggiosa e abile.

Detto da uno che la pensa in modo antitetico a lei.

Bel post.

Nicola ha detto...

Ciao, ho letto pochi libri,di conseguenza non ho letto i suoi,visto che è stata tanta pubblicizzata sia da viva che da morta vuol dire che era una brava scrittice....

trytounderstand ha detto...

Il tuo post è quanto mai sincero e profondo. Hai detto bene, non è il luogo per eventuali diatribe ideologiche, non ce n'è alcuna necessità. Ce ne sono anche altri di scrittori con idee "amabili od odiabili", sono quelle persone senza mezze misure, quel tipo di persone che hanno avuto sempre il coraggio di esprimere le proprie idee. E non è facile nè comodo, in questo mondo, non lo è mai stato. La Fallaci era uno di questi e per il suo essere così, la ricordano tutti, "nel bene o nel male".
Onore ai caduti, vittime di tutte le guerre inutili, ma, in fondo, sono mai esistite le guerre utili?

3my78 ha detto...

Grazie a tutti voi per i commenti lasciati.

Emi ha detto...

eccomi qui...passata a trovarti...mi piace qui...
ho adorato e adoro tuttora la Fallaci, anche se non c'è più le sue parole sono rimaste....li ho letti quasi tutti i suoi libri...che ti entrano dentro con una forza indescrivibile...
a presto da emi

3my78 ha detto...

grazie emi,mi fa molto piacere quando passi:-)
Abbiamo una passione in comune,per la stessa persona...

darkste ha detto...

UN UOMO E PENELOPE ALLA GUERRA

due libri su tutti
mai vidi descrivere come in "un uomo" l'amore profondo che si può provare, l'amore dalle viscere, l'amore doloroso, l'amore difficile.

Gli ultimi libri? boh. lucida si. perfetta come sempre nella scrittura. Ma io preferisco la fallaci dei primi anni: sporca, cattiva, guerrigliera, inviata di guetrra, giornalista, femminista ma molto femmina.

lasettimaonda ha detto...

Grande Oriana, riesce a commuovermi ad ogni pagina.
Da sempre l'ho letta ed apprezzata per la sua schiettezza e la sua immensa abilità nello sbatacchiarti il cuore e metteri di fronte ad un pensiero così fondo e conturbante che ti lascia attonito.
Grande Oriana.
L'unico neo? E' morta, perdio!
Ed io sto leggendo il suo ultimo libro alla velocità impostami dalla ineluttabile fine, di non più di 50 pagine al dì!
E' l'ultimo..............
Ciao!

3my78 ha detto...

L'ultimo è veramente un gran libro.Del resto come lo sono gli altri,o almeno tutti quello che ho letto:-)

Bastian Cuntrari ha detto...

26 settembre 2008

Arrivo con ritardo (siamo stati presentati da poco, come si diceva una volta...), ma sono felice nel constatare che siamo in molti a ricordare Oriana Fallaci, con amore o con odio: ma sempre con rispetto.
Anch'io ho postato su dei lei, nel 2° anniversario della morte e - forse - avrei dovuto come te fare un appello agli eventuali "polemici" per invitarli a lasciar fuori della porta sterili diatribe ideologiche: non l'ho fatto e - nonostante fossero "i soliti amici" - be'... mi sono sentita un po' sola...
Mi riconsola essere passata di qua.
A presto.

3my78 ha detto...

Ho letto il tuo bellissimo articolo sulla Fallaci e vi ho lasciato un pensierino. Grazie per averlo scritto e per aver lasciato un commento qui:)