venerdì 13 marzo 2009

Milleproroghe


Sono mesi che questo governo ci sta riempiendo le orecchie con la storia della privacy. Ne hanno fatto un cavallo di battaglia per piazzare impunemente il disegno di legge sulle intercettazioni perché noi italiani, a detta loro, abbiamo il diritto ad avere la vita privata preservata da orecchie spione e gente curiosa!

Con il Milleproroghe si sono contraddetti da soli. Questo decreto è stato fatto per abrogare molte leggi promulgate prima del 1948 e ormai prive di attualità. Però ha dato il via libera anche alle persecuzioni telefoniche (e la privacy tanto decantata?) in quanto si darà alle aziende la possibilità di usare, per la propria attività promozionale, le banche dati tratte dai vecchi elenchi telefonici (precedenti all'agosto del 2005). Paradossalmente, in questo modo, anche coloro che, esasperati dalle assillanti e moleste campagne telefoniche, avevano chiesto la cancellazione dagli elenchi pubblici, saranno di nuovo bersaglio del marketing telefonico.

Ricordo che questo decreto va a contrastare il provvedimento preso a suo tempo dal Garante per la protezione dei dati personali, secondo il quale le operazioni di "teleselling" potevano avvenire solo sulla base di banche dati regolarizzate, in cui tutti gli utenti interessati avevano espressamente fornito il consenso al trattamento dei propri dati per scopi pubblicitari, con la possibilità, tra l'altro, di revocare tale volontà in qualsiasi momento.

Altra chicca favolosa all'interno della Milleproroghe è la sanatoria fatta per chi ha affisso manifesti politici o striscioni in violazione delle norme previste. Questo varrà per il passato, presente e futuro e ricordo che in Italia, specie sotto le campagne elettorali, sono stati contestati centinai di miglia di affissioni abusive da parte di politici tenendo presente che la violazione comportava una pena di 400€ a poster. Ora fate i calcoli su quanti milioni hanno risparmiato... Naturalmente la sanatoria è valida solo per i politici!

Le altre chicche della Milleproroghe le trovate in questo video!

Saluti

12 commenti:

Emi ha detto...

per quanto riguarda la mia esperienza personale posso tranquillamente affermare che LA PRIVACY NON ESISTE e la tutela della privacy sono tante belle parole che però nel concreto trovano poca attuazione.
mi guarderò il video, non ora che mi tocca scappare.
ti auguro una bellissima giornata...a presto da Emi

Emi ha detto...

ero prima e nemmeno me ne ero accorta:):):)
ancora a presto...Emi

francuzza ha detto...

grazie di essere passato da me per un commento, mi ha fatto molto piacere!!! ti leggo spesso, anche se non commento, ma siccome sono una fervida sostenitrice del titolo del tuo blog (anche mamma coniglia in Bambi lo dice al suo piccolo!!!)...non scrivo tanto per... devo dire qualcosa!!
ho letto che sei toscano, anche io tu di dove se posso?
mi piace quello che hai scritto sul tuo profilo....concordo!
buona giornata
franca

ps la Privacy??!!! siamo sicuri di averla?!
un po' volgare ma....neanche in bagno...se è pubblico!!:))

Bruno ha detto...

ha dato il via alle persecuzioni telefoniche....bene, riprenderanno anche i miei vaffanculo.....

Silvia ha detto...

Privacy! Sì, come no! Come se in Italia ci fosse! O meglio... in Italia pretendono e ottengono privacy rispettata solo i delinquenti...

:*-(

Sirio ha detto...

milleimbrogli

Ale ha detto...

basta con sta pubblicità..minimo due telefonate al giorno mi fanno..senza contare gli sms quotidiani...
è una cosa senza senso..

Pupottina ha detto...

la privacy non esiste... anche se ne parlano tanto e se dovessero controllare o intercettare qualcuno andrebbero a scegliere le persone sbagliate.....
di solito chi le combina grosse, resta sempre impunito
^_______________^
buon weekend

francuzza ha detto...

ma dai??? se lo conosco??? Buitoni, strada per Rimini, è un pese molto carino!!!
non siamo molto lontani ...pensa che tutti i sabati vado ad Arezzo !!!
buona serata...perr me notte...ho già sonno!!

Pietro ha detto...

si fanno pure il condono dei mostruosi poster elettorali, s0' bravi proprio

gre ha detto...

Tutto ciò non mi sorprende, quando si parla di privaci? Quando si va a scopreri qualcosa rigurdandte ricconi parenti e/o amici di politici,se non riguardante i politici stessi.
Ci riempono la testa che bisogna avere privacy e poi basta avere il cellulare acceso e sanno esattamente dove mi trovo.
Ogni riforma, decreto o legge sulla privacy sono solo una perdita di tempo, tutto purché occuparsi dei veri problemi del nostro caro e vecchio Paese.

3my78 ha detto...

Più si analizza il Milleproroghe e pià codicilli messi a cavolo escono... Allucinante!