mercoledì 31 dicembre 2008

Aiutati che il ciel ti aiuta


Se sei sempre più incazzato
perché il mondo ha rovinato
quello squallido caimano,
se il pontefice romano

ogni giorno da quel soglio
innalzando un nuovo scoglio
ti fa balenar l’inferno
che ti brucia al fuoco eterno,

se al vedere Sandro Bondi
dei tuoi atti non rispondi,
se al sentire Calderoli
sol con l’alcool ti consoli,

se al pensiero di Schifani
pensi: “Poveri italiani!”,
se al vedere la Gelmini
pensi ai poveri bambini

che frequenteran la scuola
che ha voluto la figliola,
se ascoltando Umberto Bossi
pensi: “Oh se spagnol io fossi!”,

se per Previti e Dell’Utri
sol disprezzo e rabbia nutri,
se ti fanno schifo i lodi,
se a veder Mara non godi

perché la Carfagna è bella
ma del premier è l’ancella,
se alla vista di Gasparri
pensi a metodi bizzarri

per far ‘sì che almeno taccia
se non può cambiar la faccia,
se al vedere Giovanardi
pagheresti dei miliardi

perché scomparisse in fretta,
se al pensiero di Brunetta
diventar vuoi fannullone
anche se sei già in pensione,

se La Russa ti spaventa,
Matteoli ti tormenta
e Sacconi non ti piace,
se non sei per niente audace

nel pensare alla Brambilla
che nessun desio t’instilla,
se al pensiero di Rutelli
ti si drizzano i capelli

ed a quello di Veltroni
molto girano i coglioni,
se vuoi che D’Alema affondi,
se rimpiangi i girotondi,

se ti sembra che il Pd
vada peggio tutti i dì
e alla fin si spaccherà,
Ds qui e Dc là,

se al sentire Berlusconi
piangi caldi lacrimoni
perché stanco di bugie,
d’ingiustizie e porcherie,

se ascoltando il presidente
ti assopisci prontamente
e col capo sui cuscini
sogni Scalfaro e Pertini,

se tu provi tutto questo,
caro amico è manifesto
che poiché tutto va male
non hai fatto un buon Natale,

ma ti ha dato il Padreterno
un anticipo d’inferno:
Berlusconi è Belzebù
e nessuno fa Gesù.

O reagisci prontamente
e con te tanta altra gente
alla cappa che ti opprime
o vivrai sotto un regime.

By Carlo Cornaglia


Era un po' che non scrivevo, ma queste feste mi hanno portato via tutto il tempo e probabilmente sarà così ancora un po'; quindi scusatemi se non sono passato (e non passerò a brevissimo...) nei vostri lidi, mi rifarò quanto prima... Intanto vi lascio questa bella poesia prendendo la quartina finale come un auspicio per il 2009...
Vi auguro uno splendido anno che vi porti tante belle cose!


Passaparola


Per finire; vi lascio una (delle tante) puttanata di Berlusconi che dice:
La Stampa
«Io continuo a telefonare normalmente», assicura il presidente del Consiglio, «ma il giorno che venisse fuori una mia telefonata di un certo tipo, me ne andrei in un altro paese, scapperei via». Resta convinto che le intercettazioni vadano permesse solo sui delitti più gravi, niente da fare invece per i reati cosiddetti contro la pubblica amministrazione poiché «ci sarebbe il rischio di iper-rubricazione, il pm avrebbe mille scuse per metterci sotto controllo». La Lega era contraria a tagliar fuori reati come la corruzione, «ma io ho parlato con Bossi che ha chiamato Maroni, le sfumature stanno scomparendo». Anche la sinistra dovrebbe essere d’accordo, «specie adesso che questo sistema si è rivolto contro di lei...»
Gli rispondo così:



E ora scappa Presidente scappa!!!

Saluti
Posta un commento