giovedì 21 maggio 2009

I blog del Popolo delle (poche) "Libertà"


Oggi girovagando per la Rete mi sono soffermato su un articolo che metteva in cattiva luce il giudice Gandus in cui lo si attaccava attribuendogli accanimento politico verso Berlusconi ed è per questo che, secondo il blogger dell'articolo, si era arrivati a una condanna per David Mills.

Naturalmente non ho condiviso una riga di ciò che è stato scritto e per questo ho deciso di lasciare un commento che diceva così:
Salve, mi chiamo Silvio Berlusconi, sono un noto frequentatore di minorenni (Cit. Moglie), nonché vecchio appartenente alla P2 (tessera 1816). Ho anche molte amicizie con mafiosi (Mangano, Dell'Utri, Cuffaro) e quando non corrompo io (Mills e Mondadori) faccio corrompere ai miei avvocati (vedi sentenze definitive su Previti). Ma tranquilli detengo anche tutti i mezzi di informazione e posso sempre stravolgere la realtà.
E io che pensavo che il Popolo della Libertà fosse libero e democratico (oh lo dice il nome stesso...) mai mi sarei aspettato che questo commento potesse venire rimosso dall'autore del blog! 
Oppure sarà stato un errore? 
Chissà... Poi vedo altri commenti e mi soffermo sulla risposta data a Niccolò Donati che diceva:
il bello è che ormai è risaputo che un inglese, stando zitto, ha messo in tasca seicentomila euro, e tu lo difendi gratis: bischero!
Mi è piaciuta la risposta di Camelot, il proprietario e censore del blog, che rispondeva così a Niccolò:
Risposta a Niccolò:
Grazie per le offese. E di grazia, il fatto che sia stato pagato, cosa significa? Ammesso e non concesso sia stato corrotto, lo dirà una sentenza definitiva e non una sentenza di primo grado, tu - ad esempio - puoi corrompere Tizio perché faccia un favore a Caio, senza che Caio lo sappia o lo abbia richiesto. Primo.
Secondo: occorrono tre gradi di giudizio perché un imputato sia considerato colpevole. Questo, nella democratica Italia, dove vige l’articolo 27, secondo comma della Costituzione: “L’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva“.
Poi capisco che questi siano trascurabili dettagli per chiunque abbia poco rispetto della democrazia e della Costituzione…
A quel punto ho pensato bene di dare anche io una mia risposta, in quanto veniva citata la Costituzione a difesa del premier e quindi o non vale mai o vale sempre! E così ho detto:
Camelot hai fatto bene a parlare di Costituzione. Perché dice anche:

Art. 3

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Non so, nel Lodo Alfano c’è qualcosa che stona! Non tutto quello che non è perseguibile penalmente è giusto! Un po’ come un Presidente del Consiglio che dovrebbe dimettersi alla svelta per tutti gli scheletri che ha nell’armadio! Oibò
E poi ho aggiunto un secondo commento, visto che il primo era stato moderato:
Camelot complimenti per aver rimosso il mio post:) Il Popolo della Libertà :D Eppure ho usato lo stesso tono simpaticamente da te usato per la Gandus.

Lo rimetto, sarà stato un errore il tuo...

Salve, mi chiamo Silvio Berlusconi, sono un noto frequentatore di minorenni (Cit. Moglie), nonché vecchio appartenenete alla P2 (tessera 1816). Ho anche molte amicizie con mafiosi (Mangano, Dell'Utri, Cuffaro) e quando non corrompo io (Mills e Mondadori) faccio corrempere ai miei avvocati (vedi sentenze definitive su Previti). Ma tranquilli detengo anche tutti i mezzi di informazione e posso sempre stravolgere la realtà.
Immaginate come è finita... Mi ha nuovamente rimosso i commenti rispondendo così:
RIsposta 3my:
Qui non commenti, il vilipendio a terzi non è ammesso. ;)
Mi domando di quale vilipendio stia parlando. Infatti questa parola ha un significato ben preciso: vilipendio.

Allora ho risposto, pur sapendo che la libertà non era di casa:
Nessun vilipendio in quanto non ho offeso nessuno ma ho solamente riportato ciò che è stato detto da sentenze edi tribunali e dalla moglie. Popolo della Libertà 

Ma anche il commento sul Lodo Alfano lo hai ritenuto vilipendio? (Ma almeno conosci che significa questa parola?:D)

Camelot hai fatto bene a parlare di Costituzione. Perché dice anche:

Art. 3

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Non so, nel Lodo Alfano c’è qualcosa che stona! Non tutto quello che non è perseguibile penalmente è giusto! Un po’ come un Presidente del Consiglio che dovrebbe dimettersi alla svelta per tutti gli scheletri che ha nell’armadio! Oibò…

Cmq se moderi ancora, la verità fa male, poi lo pubblico sul mio blog che sapendo delle poche libertà che avete ho salvato tutto:D

Attendo:)
Naturalmente ha rimosso anche questo e naturalmente io, come promesso, l'ho riportato nel mio. Qui, a differenza dei "blogger della (poca) libertà", i commenti non vengono né moderati né censurati. Così potete farvi un'idea quando andrete a commentare su questi lochi.

Saluti, non censurati
Posta un commento